Diventa Volontario - Protezione Civile San Zenone Lambro e Sordio

GRUPPO COMUNALE PROTEZIONE CIVILE

SAN ZENONE AL LAMBRO E SORDIO

Vai ai contenuti
GRUPPO VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE
DI SAN ZENONE AL LAMBRO

" STATO DELL'ARTE "
Perchè   "STATO DELL'ARTE" ?
Ci si può domandare.

Il cittadino che sente parlare di Protezione Civile normalmente immagina una entità pronta ad intervenire in tutte le occasioni di pericolo/emergenza che egli stesso può immaginare.
Il concetto è abbastanza realese si pensa alla Protezione Civile Nazionale.
Per quanto riguarda il Gruppo Volontari di Protezione Civile le cose sono abbastanza diverse perchè si chiede a questi Volontari di essere disponobili il più possibile (non è una professione) ma, giustamente e per legge, gli si pongono dei limiti per evitare che possa, per eccesso di zelo, intraprendere azioni che vanno oltre le possibilità permessegli dal suo livello di preparazione negli eventi specifici (incendi, incidenti stradali, incidenti industriali, interventi di primo soccorso, ecc.).
Sulla base di quanto detto il Volontario di Protezione Civile deve trovare una sua sfera di azione che gli possa permettere di esprimere la sua vocazione di altruismo nel rispetto dei limiti di legge.
Il Gruppo Volontari di San Zenone al Lambro cerca quindi i suoi spazi di azione interpretando e rispondendo alle richieste che gli provengono dall'Amministrazione Comunale, individuando le necessità del territorio comunale e cercando sbocchi e sinergie verso l'esternodel territorio comunalr.
In termini meno generici attualmente stiamo portando avanti le seguenti attività nei tre diversi campi elencati:
Per l'Amministrazione Comunale:
  • Interventi in caso di nevicate particolarmente copiose
  • Taglio di alberi morti o per riordinare spazi verdi comuni
  • Collaborazione con l?Auser nella distribuzione pasti agli anziani bisognosi nel mese di agosto
  • Collaborazione nel trasporto di persone con problemi di mobilità in occasione di votazioni
  • Collaborazione con la scuola elementare nelle prove di evacuazione
  • Partecipazione alla gestione della discarica nei casi di insufficienza del personale comunale.

Come iniziativa propria:
  • Formazione individuale e collettiva nelle discipline che possono essere più utili sia nell'ambito comunale che dal punto di vista generale/generico
  • Esercitazioni per mantenere un certo livello di abilità nelle specializzazioni conseguite
  • Gestione e completamento dei mezzi/attrezzature necessarie per una pur minima possibilità di intervento
  • Prima preparazione ed aggiornamento del Piano di Emergenza Comunale messo a disposizione dell'Amministrazione Comunale
  • Collaborazione con il consorzio acqua potabile nei casi di emergenza per guasti del sistema idrico (distribuzione di razioni acqua potabile) e per la rimappatura delle perese per idranti antincendio
  • Formazione ed attività del Gruppo di Guardie Ecologiche
  • Lezioni di formazione presso le scuole elementari e materne del nostro comune.

Per quanto riguarda il collegamento con le realtà esterne all'ambito comunale abbiamo creato dei rapporti di amicizia e cooperazione con le Protezioni Civili di Melegnano, Cerro al Lambro, Carpiano, ecc., ma la scelta più impegnativa e più premiante è stata l'entrare a far parte dell'organizzazione denominata C.O.M. 20 (Centro Operativo Misto) che ci permette di mutuare servizi ed informazioni a livello decisamente superiore.
Internamente al C.O.M. 20 abbiamo accessibilità a corsi di formazione e possiamo chiedere e dare collaborazione nelle varie attività cui il volontariato di Protezione Civile deve rispondere.
il C.O.M. 20 ci ha richiesti per la preparazione di una base comune per corsi di formazione sulla sicurezza presso le scuole dell'obbligo della provincia di Milano.
In cambio abbiamo ricevuto una certa preparazione per tenere questi corsi e la documentazione necessaria per effettuarli.
Sempre il C.O.M. 20 ci ha richiesti per partecipare alle attività di soccorso post terremoto all'Aquila cui abbiamo risposto con la partecipazione di tre dei nostri Volontari per una settimana.
Per concludere, il campo di azione del Volontario di Protezione Civile pur nei limiti della legge è qualcosa che dipende dalla sensibilità/disponibilità personale e dalle contingnze ma che sembra avere una logica propria che forse si può chiamare maturazione progressiva del senso di altruismo ed orgoglio del saper fare qualcosa di utile per sè e per gli altri e questo è il nostro " Stato dell'Arte".

Giacomo Arioli
Vuoi diventare un Volontario ?

riempilo in ogni sua parte e portalo in sede,
per appuntamento telefona al numero 320 9225764,
porta anche tre fotografie.
Oppure spediscilo tramite fax al numero 02 98874018,
o via mail all' indirizzo info@procivsanzenonelambro.org.
Ricordati di portare le tre fotografie.
Torna ai contenuti